Convenzione UniCT con Studio Prof. GiuffridaUNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO

TRA

L’Università degli Studi di Catania, codice fiscale 02772010878, rappresentata dal Rettore pro tempore, prof. Giacomo Pignataro, nato a Caltagirone, 23/02/1963, legale rappresentante, domiciliato per la carica in Catania, P.zza Università 2, e autorizzato alla stipula della presente convenzione dal Consiglio di amministrazione con delibera del 13.07.2012, d’ora in poi denominata “Università”

E

L’Azienda/Ente Prof. Dott. Carmelo Giuffrida codice fiscale 03930530872, d’ora in poi denominato “soggetto ospitante”, rappresentata da Prof. Dott. Carmelo Giuffrida, nato a Catania il 19 Agosto 1958 in qualità di legale rappresentante pro tempore, domiciliato per la carica presso la sede dell’Azienda/Ente, Via Corvello 37, Catania (CT)

PREMESSO

• che i tirocini formativi e di orientamento sono disciplinati dall’art. 18 della legge 24 giugno 1997 n. 196 e dal regolamento emanato dal Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale, di concerto con il Ministero della Pubblica istruzione e con il Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica e tecnologica con decreto del 25 marzo 1998, n.142;
• che il decreto interministeriale di cui sopra, all’art. 4, prevede che i tirocini sono svolti sulla base di convenzioni stipulate tra i soggetti promotori e i datori di lavoro pubblici e privati;
• che le Università promuovono tirocini curriculari da svolgere durante il periodo di frequenza dei corsi di studio o di formazione, a favore dei propri studenti iscritti ai corsi di qualunque livello con la finalità di affinare il processo di apprendimento e di formazione, anche se non direttamente in funzione del riconoscimento di crediti formativi universitari (CFU);

Si conviene quanto segue:

Art.1
La presente convenzione regola i rapporti tra “l’Università” e il “soggetto ospitante” concernenti l’attivazione di:
• tirocini curriculari in favore di studenti di corsi di laurea, laurea magistrale, ed equivalenti dei precedenti ordinamenti, dottorato di ricerca, scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione, master di I e di II livello;
• tirocini di formazione e orientamento non curriculari entro il termine previsto dalla normativa vigente.
In particolare, il “soggetto ospitante” si impegna ad accogliere presso le proprie strutture soggetti sopra indicati per l’espletamento di tirocini formativi e di orientamento, ai sensi dell’art. 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196.

I programmi di tirocinio formativo curriculare e di orientamento al lavoro post laurea, concordati da entrambe le parti, hanno come oggetto l’acquisizione nella pratica della conoscenza di realtà economiche e produttive al fine di integrare il percorso accademico dello studente nonché di agevolare la scelta professionale del laureato.

Art.2
I rapporti che il soggetto ospitante intrattiene con i tirocinanti non costituiscono, ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera d), della legge 196 del 1997, rapporto di lavoro.
Il tirocinio ha natura formativa e, pertanto, non può comportare l’assunzione di alcuna responsabilità in merito alle attività svolte.

Art.3
Il soggetto ospitante si riserva di trasmettere all’Università le proprie disponibilità di tirocinio ai sensi dell’art. 1, comma 3, del d.m. n. 142/98 con le relative caratteristiche di massima e, in applicazione d.lgs. 196/2003, si impegna a non diffondere in alcun modo i dati ricevuti ed ad utilizzarli solo ai fini della presente convenzione.

Art.4
Durante lo svolgimento del tirocinio, l’attività è seguita e verificata da un docente universitario (tutor didattico) e da un tutor aziendale, indicato dal soggetto ospitante.

Art.5
Nel rispetto e richiamo della presente convenzione, per ogni singolo tirocinio da questa derivante, il soggetto ospitante e l’Università predispongono un progetto formativo e di orientamento, secondo lo schema di cui all’allegato A, per i tirocini curriculari e di cui all’allegato B, per i tirocini post lauream.

Art.6
Il soggetto ospitante, in ottemperanza a quanto previsto dalla legge 296/2006 (Finanziaria 2007) per l’attivazione dei tirocini post laurea, è tenuto ad effettuare la comunicazione obbligatoria telematica.
L’Università è tenuta a trasmettere copia della presente convenzione e del progetto formativo e di orientamento alla Regione, alla struttura territoriale del Ministero del lavoro e della previdenza sociale competente per territorio in materia di ispezione nonché alle rappresentanze sindacali aziendali ovvero in mancanza, agli organismi locali delle confederazioni sindacali maggiormente rappresentative sul piano nazionale.

Art.7
L’Università, in conformità ai disposti di cui d.m. n.142/1998, assicura il tirocinante contro gli infortuni sul lavoro presso l’INAIL, nonché per la responsabilità civile presso una compagnia assicurativa operante nel settore, i cui estremi identificativi saranno indicate nel progetto formativo e di orientamento.
In caso di infortunio durante lo svolgimento del tirocinio, il soggetto ospitante si impegna a segnalare l’evento, entro i tempi previsti dalla vigente normativa, agli istituti assicurativi (quali risultanti dal progetto formativo e di orientamento) e all’area del provveditorato e del patrimonio mobiliare dell’Università.

Art.8
Il soggetto ospitante si impegna a:

• rispettare il progetto formativo e di orientamento di cui al precedente art. 5;
• segnalare all’Università qualsiasi variazione (proroga, sospensione, interruzione anticipata, cambio della sede di svolgimento del tirocinio) nella durata del tirocinio indicata sul progetto formativo e di orientamento e qualsiasi evento inerente il tirocinante (assenze, comportamenti lesivi dei diritti o degli interessi del soggetto ospitante).
Il soggetto ospitante si rende disponibile, ove possibile, a consentire ai tirocinanti l’utilizzo di servizi aziendali (mensa, trasporto, etc.). Il soggetto ospitante, peraltro, potrà erogare eventuali somme a titolo di rimborso spese e, nel caso di tirocini post lauream, dovrà riconoscere ai tirocinanti una congrua indennità in relazione alla prestazione svolta.
Le superiori erogazioni non possono determinare modifiche alla natura del rapporto oggetto della presente convenzione, o facoltà o diritti ulteriori o diversi da quelli previsti dalla convenzione stessa e dalle relative disposizioni normative.

Art.9
Il soggetto ospitante si impegna a garantire al tirocinante un’efficace informazione ai fini della prevenzione antinfortunistica, nonché la fornitura dei mezzi di protezione eventualmente necessari e s’impegna, inoltre, a garantire al tirocinante le condizioni di sicurezza e igiene previsti dalla normativa vigente sollevando da qualsiasi onere di verifica l’Università.

Art.10
Per i tirocini curriculari, l’Università, ai sensi dell’art.18, comma 8, del Regolamento didattico di Ateneo, sottopone la relazione finale redatta dallo studente e approvata dal tutor didattico e dal tutor aziendale alla valutazione dell’apposita commissione nominata dal Consiglio di corso di studio per il rilascio degli eventuali crediti formativi universitari.
Per i tirocini post lauream, l’Università e il soggetto ospitante si impegnano a rilasciare congiuntamente a conclusione del tirocinio la dichiarazione delle competenze, redatta secondo lo schema di cui allegato C, previa compilazione del questionario di valutazione secondo il modello previsto.

Art.11
L’attuazione del tirocinio non comporta per il soggetto ospitante e per l’Università alcun onere finanziario, né obblighi d’altra natura, salvo quelli assunti con la presente convenzione.
Il tirocinio può essere interrotto in qualunque momento con adeguato preavviso sia dal tirocinante che dal soggetto ospitante.

Art.12
La presente convenzione ha validità di tre anni a decorre dalla data della sua sottoscrizione ed è rinnovabile, per la stessa durata, mediante richiesta, a mezzo raccomandata a/r da inviare almeno tre mesi prima della scadenza.
Le parti si danno reciprocamente atto che, nel periodo di vigenza della convenzione, entrambe avranno la facoltà di recedere, con comunicazione scritta da inviarsi all’altra parte, a mezzo raccomandata a.r., con preavviso di almeno tre mesi.

Art.13
Il soggetto ospitante è tenuto a compilare e sottoscrivere la scheda anagrafica azienda/ente, allegata alla presente convenzione (allegato D) per farne parte integrante.

Art.14

Per tutto quanto non espressamente previsto dalla presente convenzione, le Parti fanno riferimento alla legislazione vigente in materia.

Art.15
Le Parti accettano di definire amichevolmente qualsiasi controversia che possa nascere dalla presente convenzione; in caso contrario si conviene che competente sia il Foro di Catania.

Art.16
La presente convenzione, redatta in due esemplari in bollo, sarà registrata in caso d’uso, a spese della parte che richiederà la registrazione.
Le spese di bollo inerenti la presente convenzione sono a carico del soggetto ospitante, salva l’esenzione di cui agli artt. 16 e 27 bis tab. B d.p.r. n. 642/1972.

Il Soggetto Ospitante

L’Università degli Studi di Catania